Training Autogeno per migliorare nello sport

Il Training Autogeno è un ottimo strumento per prepararsi agli allenamenti e per favorire la concentrazione durante gli esercizi. Scopriamo insieme tutti i benefici del Training Autogeno per gli sportivi.

Il Training Autogeno è una pratica che, mediante una serie di esercizi, serve a distendere il corpo e la mente. Il Training Autogeno può essere applicato ad ogni tipologia di persona e lo stesso discorso vale per gli sportivi. Il Training Autogeno aiuta infatti nella fase di riscaldamento in quanto favorisce l’attivazione muscolare e viene consigliato per incrementare la capacità di concentrazione. 

Benefici del Training Autogeno per gli sportivi

Il Training Autogeno si rivela molto utile per aumentare la capacità di concentrazione dello sportivo e per favorire la coordinazione tra mente e corpo. Ma non solo. Il Training Autogeno prevede infatti una serie di benefici sia per il singolo sportivo sia per l’intera squadra.

La pratica del Training Autogeno può essere utilizzata tra un tempo e l’altro di una gara per favorire il recupero delle energie e viene consigliata per contrastare le ansie tipiche dello sportivo (es. ansia da prestazione) in quanto consente di scaricare la tensione muscolare e mentale e di acquisire un maggior controllo sulle emozioni negative, spesso causa del cattivo esito di una prestazione sportiva.

Il Training Autogeno, grazie alla sua capacità di favorire il rilassamento muscolare, viene inoltre consigliato dagli esperti per ridurre il rischio di infortuni e incidenti in gara. Infine, il Training Autogeno può essere utile all’intera squadra grazie alla sua capacità di favorire il cosiddetto “clima di squadra”. Il raggiungimento dello stato di calma mentale favorisce infatti maggiore armonia, il superamento di eventuali rivalità tra gli sportivi e l’aumento del senso di appartenenza alla squadra.

Training Autogeno per lo sport: testimonianze

In Italia il Training Autogeno applicato allo sport ha incontrato un discreto successo. Si ricorda ad esempio il caso della nazionale di sci nella stagione invernale 1973/74 (guidata da Peresson) di cui faceva parte anche Pierino Gros, che proprio nel 1974 vinse la Coppa del Mondo. La squadra seguì per tutta la stagione corsi di Training Autogeno.

Un’altra testimonianza riguarda la squadra di pallavolo del C.U.S di Trieste che è passata dalla serie C alla serie B in un solo anno (1977). La squadra era stata seguita durante quell’anno dall’esperta di Training Autogeno Paola Giraldi Dragan.

Nel calcio ricordiamo l’esperienza della squadra del Cesena, sotto la guida dell’allenatore Marchioro, che nel campionato del 1975/76 passò in serie A. Durante quel campionato, i giocatori seguirono un corso di Training Autogeno.

training autogeno
 

>